Prodotti

Freccia
Snipe
> ATTREZZATURA > USATO > RISULTATI > NEWS

Snipe

Progettato nel 1931 da Bill Crosby, lo Snipe è un doppio a spigolo, lungo m 4,72 con una superficie velica di mq 10,80. Nel corso della sua storia ha subito costanti modifiche ed aggiornamenti che tuttavia non hanno stravolto l'indovinato progetto originale.
Costruito in più di 30.000 esemplari, è uno dei doppi più diffusi al mondo. Lo Snipe è apprezzato da molti Campioni della vela per essere una barca tecnica, sensibile alle regolazioni, autenticamente one-design, che pone in primo piano le scelte tattiche e strategiche.
Il motto della Classe “Serious sailing, Serious fun” sintetizza perfettamente lo spirito degli snipisti: seria competizione in mare e amicizia e divertimento a terra.
Nel 2008 la DB Marine ha rilevato il marchio e gli stampi originali del “Persson Snipe”, vincitore di 8 titoli mondiali, direttamente da Jan Persson, mantenendo con lui un rapporto di collaborazione attiva.
Nel 2009 dopo un'accurata progettazione, il team DB Marine, con la supervisione di Jan Persson,ha modificato il modello originale, nel pieno rispetto dei limiti di stazza, ottenendo una barca “all round”, ancora più veloce in tutte le condizioni e con tutti i venti, vincitrice del Campionato Mondiale 2009 a San Diego ,California.

www.snipe.it
www.snipe.be

Freccia
Contender
> ATTREZZATURA > USATO > RISULTATI > NEWS

Contender

Il Contender è una deriva da regata in singolo con trapezio, disegnata nel 1967 da un architetto navale australiano di nome Bob Miller, il quale con lo pseudonimo di Ben Lexcen, fu proprio l'architetto di Australia II, il primo 12 metri SI a portar via la Coppa America agli americani nel 1983 a Newport.
Nel 1968 venne riconosciuto come classe internazionale e il suo architetto iniziò la sua promozione nel mondo. Attualmente è diffuso in 12 paesi con oltre 2500 barche prodotte. La classe è molto diffusa soprattutto nel Regno Unito – circa 700 barche – in Australia, Germania e Italia – circa 300/400 barche per ciascun paese.
Le rigide regole di classe scritte dal suo disegnatore, consentono attualmente l'uso del carbonio nella costruzione di alberi e boma, ma proibiscono materiali come epoxy, carbonio o nido d'ape per la costruzione dello scafo.
La DB Marine, in ottemperanza alle regole di classe, con l'ausilio iniziale della Zztopboats ha sviluppato una barca prodotta interamente in Italia, in vetroresina, con scafo e coperta costruiti in sandwich di vinilestere e termanto, trattati in sottovuoto.

Freccia
cat prodotti
> ATTREZZATURA > USATO > RISULTATI > NEWS

Dinghy

Nel 1913 l'inglese George Cockshott vinse il concorso indetto dall'IYRU per la progettazione di una deriva che unificasse i vari modelli di “tender” con i quali gli armatori dei grandi yachts si sfidavano in appassionanti regate nei porti e nelle rade del nord Europa, non immaginando quale successo avrebbe avuto la sua creatura.
Nacque così il Dinghy 12' che, economico, maneggevole, adatto al diporto nautico, non tardò a diffondersi.
Nel 1919 divenne la prima “International Class” e nel 1920 e 1928 venne scelto alle Olimpiadi quale classe “en solitaire”. Nessuna classe ha avuto in Italia un numero maggiore di campionati nazionali disputati (73 fino al 2009) e sono pochissime quelle che possono vantare una così grande adesione. Il primo Campionato Italiano si tenne infatti nel 1931.
Il Dinghy non plana, ma riserva grandi soddisfazioni a chi vi si applica con costanza e passione.
Un debito d'affetto lega la DB Marine a questa che fu l'ultima barca condotta da Sergio Michel e nella quale si contraddistinse con successo.
A lui è dedicato il progetto in corso per la prossima realizzazione (2011) di un nuovo scafo, rispettoso delle regole di classe e della sua lunga tradizione.